Armi tradizionali

Il corso di armi tradizionali si basa sull’utilizzo delle seguenti armi:

spada, sciabola, bastone, flauto e ventaglio.

Scopri quali sono i loro benefici e perchè dovresti utilizzarli.

Leggi e troverai le risposte.

Scommetto che ora non te lo immagineresti.

Per chi è adatto questo corso?

Importante.

Il corso di armi tradizionali è adatto a tutti, non hai bisogno di avere una preparazione specifica.

Hai bisogno di solo una cosa,

la voglia di affrontare i tuoi limiti e spostarli più avanti, di sfidare costantemente te stesso per arrivare a una profonda conoscenza dell’anima e quindi, benessere.

Quali sono i benefici ?

Gli allenamenti con le armi ti permettono di acquisire ARMONIA, ELEGANZA, EQUILIBRIO, AGILITA’, COORDINAZIONE, FORZA, CONCENTRAZIONE, AUTODISCIPLINA.

Il percorso è lungo, noi ti guideremo.

Non è finita qui…

Nelle prossime 2 righe ti rivelo il nostro principio fondamentale.

Coltiviamo il rispetto e le relazioni, siamo amici.

Questo ci permette di creare un’ambiente di crescita ideale a tutti noi.

E’ arrivato il momento.

Ti presento quali armi utilizziamo in palestra, sarai tu a scegliere quella più adatta a te, puoi anche utilizzarle tutte.

Hai solo l’imbarazzo della scelta. 😉

Le nostre e le tue armi

-Il bastone, equilibrio

Il bastone occupa un posto importante fra le armi tradizionali del Viet Tai Chi.

Per quale motivo il bastone dovrebbe essere così importante ?

Lascia che ti racconti.

Rappresenta l’arma lunga dalla quale tutte le altre traggono i loro fondamenti tecnici.

L’allenamento con il bastone migliora coordinazione e forza.

Aiuta la schiena e migliora l’equilibrio.

Ti dirò di più.

Dall’antichità il bastone è sempre stato un’arma popolare per la facilità di trovare il materiale adatto e per la natura contadina della maggior parte della popolazione.

Tutti i cittadini hanno sempre avuto bisogno di uno strumento di lavoro che fosse in grado di fronteggiare gli assalti dei predoni.

Il bastone ha delle caratteristiche specifiche che lo differenziano dalle altre armi.

Vediamole insieme.

Il bastone vietnamita è di giunco, è lungo circa 160 cm o comunque più o meno della stessa altezza del praticante.

Il legno di giunco dona leggerezza e resistenza.

Il legno associato al movimento di espansione verso l’esterno e di crescita, così come l’albero si espande verso l’alto, partendo però dalla solida base costituita dalle radici e quindi simboleggiando il percorso e la natura dell’uomo che aspira e punta all’elevazione ma che deve sempre anche fare i conti con la sua appartenenza al mondo tangibile e terreno.

Il bastone di bambù, per sua natura flessibile e forte, rivela qualità che ogni uomo potrebbe desiderare.

Tecnica e filosofia si accompagnano, e l’utilizzo pratico di uno strumento va di pari passo con la ricerca spirituale.

Tutto questo avviene sempre nel Viet Tai Chi

STOP

Il tempo è scaduto, è arrivato il suo turno.

-La Spada, forza spirituale e nobiltà d’animo

La spada è l’arma d’eccellenza che aiuta ad esprimere te stesso.

Allena eleganza e potenza.

Aspetta un secondo.

Ritorniamo prima al passato.

In tutte le culture la spada è considerata un’arma nobile.

Questo in parte è dovuto al fatto che, chi la possedeva e usava, apparteneva ad un ceto sociale nobile o aristocratico.

Pensare che questo sia il solo motivo è decisamente riduttivo.

La vera ragione per cui viene considerata un’arma nobile è la seguente.

Il suo uso è intimamente legato alla nobiltà d’animo umano.

L’uso della spada richiede esercizio e allenamento costante che aiutano a forgiare la pazienza, la volontà, l’umiltà e la dedizione.

L’arte della spada aiuta a consolidare la forza spirituale.

Il gioco vale la candela, come si dice.

Non perderti…

L’importanza di un continuo e assiduo esercizio, il saper colpire con precisione, velocità e destrezza facevano la differenza tra la vita e la morte delle persone e delle cause che un cavaliere aveva giurato di difendere.

Chi maneggiava la spada sviluppava pertanto un profondo senso di responsabilità nei confronti di sé e del prossimo.

L’uso della spada richiede l’addestramento alla coltivazione dell’energia interna.

Non ti ho ancora detto una cosa.

Utilizzare la spada implica una sfida.

Probabilmente ti starai chiedendo di quale sfida sto parlando, giusto?!

Te lo dico subito.

Attraverso la Via della spada impari a sfidare costantemente te stesso e a conoscerti a fondo.

Da questo incessante processo di dominio sul tuo io, raccogli molte informazioni e riflessioni sul significato della vita.

Ecco la tua sfida, hai il dovere di conoscerti a fondo per migliorare te stesso e vivere in armonia.

Bene, ora diamo il benvenuto alla prossima arma.

-La Sciabola, calma dello spirito

La sciabola è l’arma corta per eccellenza.

E’ un’arma tra le più popolari e antiche, è caratterizzata da movimenti ampi e circolari eseguiti con forza e impeto.

Non è un caso che venga paragonata agli attacchi della tigre.

Benefici?

La sciabola permette di acquisire scioltezza nelle articolazioni, migliora la coordinazione e allena il respiro.

La lama della sciabola richiede grande forza per essere spostata e provoca altrettanta forza di inerzia nel praticante per cui necessita di abilità nel suo controllo.

Come le altre armi, ha le sue orgini. Devi conoscerle perchè riflettono i benefici che portano.

La sciabola è un simbolo di guerra, determinazione e decisione.

  • È un’arma da guerra, tra le preferite dell’esercito vietnamita,
  • E’ un simbolo di determinazione per il suo aspetto tagliente che si riflette nello spirito di chi la maneggia,
  • E’ simbolo di decisione per la tipologia dei suoi attacchi: diretti e decisi senza mezze misure.

Ora arriva il bello!

L’arte della sciabola ci permette di affrontare i nostri limiti e spostarli più avanti.

Necessita di una mente serena che sia in grado di assorbire l’uso di uno strumento tanto letale per farne un allenamento del carattere.

Ascolta queste parole.

E’ un’esperienza di combattimento interiore in cui risulta importante ricercare l’efficacia dei suoi gesti e lavorare sulla Via che conferisce equilibrio.

Alla fine di esso assaporiamo la calma dello spirito.

-Il Flauto, anima e mente

Molto strana come arma, vero?

Sto per rivelarti qualcosa di inaspettato.

Prima però voglio rivelarti un dettaglio tecnico.

Siamo l’unica palestra di arti marziali vietnamite nel veneto a utilizzare il flauto nel corso di armi tradizionali.

Bene, continuiamo.

Il flauto è proprio un’arma non convenzionale che unisce elevazione dello spirito e coltivazione del proprio corpo.

E’ nato come strumento per unire corpo e anima al divino.

Suonare stimola i meridiani energetici delle mani e il suono affina la mente e la coltiva.

Ti dirò di più…

Nella tradizione orientale è sempre stato diffuso l’uso di strumenti destinati a attività diverse come armi.

Un esempio.

Il bastone era uno strumento di lavoro nei campi o sulle barche, il long gian serviva a battere il riso e persino il ventaglio è diventato un’arma per poter essere introdotto nei luoghi dove le armi non erano permesse.

Non sorprende quindi che anche il flauto possa essere adoperato per difendersi.

Ascoltiamo quello che ci insegna la storia.

La storia parla di molti monaci che nei templi dell’antica Cina costruivano e suonavano il flauto. Quando viaggiavano lungo il paese se lo portavano dietro come compagnia per il lungo viaggio. Poiché a quei tempi le strade erano infestate di banditi, i monaci impararono a difendersi con il loro strumento musicale.

Hai letto bene?

Il flauto veniva utilizzato come strumento di difesa.

Non è importante il materiale di cui è fatto: bambù, osso, giada, legno, ferro.

Se usato come strumento avrà un suono diverso a seconda della sua qualità;

se adoperato come arma la sua efficacia dipenderà dalle abilità e dall’energia di chi lo usa.

Il Viet Tai Chi nella sua essenza di meditazione in movimento non è troppo distante dalla visione taoista della musica, vista come strumento per unire corpo e anima al divino.

Finiamo con la seguente arma.

Un’arma anch’essa non convenzionale ma molto particolare.

-Il Ventaglio, potenza e disciplina

Il ventaglio sorprende per molti suoi aspetti.

Può essere scambiato per uno strumento tipicamente femminile ed invece era l’arma tradizionale dei samurai.

Sembra un oggetto innocuo, creato solo per uso personale, simbolo di eleganza e stile e invece diventa in un attimo arma temibile ed efficace.

Apprendere le tecniche di ventaglio è molto difficile ma rappresenta un’altra sorpresa.

I movimenti del polso sono complessi, le posizioni di gambe e braccia molto definite e atletiche e alterna momenti di lentezza con esplosioni di velocità e potenza.

Il ventaglio amplifica ogni tecnica: se le direzioni e le inclinazioni non sono più che precise, si nota subito l’errore.

Non è tutto.

Il ventaglio sorprende anche perché non è un’arma silenziosa!

L’apertura delle sue stecche produce un rumore secco che riesce a intimidire e spiazzare l’avversario ma anche il pubblico che ammira l’esecuzione della forma.

Nel ventaglio le tecniche di attacco e di difesa non differiscono tra loro: la stessa tecnica può espletare diverse funzioni,

è un’arma con la quale distrarre l’avversario efficacemente per colpirlo in modo inaspettato con un calcio o un pugno.

Non posso dimenticarmi di dirti una cosa.

Non perderti proprio qui.

L’allenamento col ventaglio richiede disciplina e forza, coordinazione e precisione, eleganza ed efficacia;

qualità, queste, che a sua volta il ventaglio ci farà acquisire.

Il tempo è scaduto.

Ora inizia l’allenamento.

Devo andare.

Vuoi partecipare anche tu?

Puoi venire a provare gratuitamente, basta chiamare il

Ti aspettiamo in famiglia!

Ciao, Anna ❤️

PS. Condividiamo nei social le forme tecniche e le giornate che passiamo assieme. Soprattutto non perderti la nostra serie TV di tutte le domeniche. Seguici su Instagram e Facebook.