Qui e Ora

La pratica del Viet Tai Chi ce lo insegna: vivi il momento presente.

Mai come in questo periodo questo si rende necessario: non sappiamo che cosa succederà e dobbiamo vivere cercando di stare il meglio possibile.

Torneremo in palestra? Certamente! Quando? non si può sapere

La pratica del Tai Chi ci ha resi più forti e continuerà a farlo.

Il precedente lockdown è stata un’occasione per uno studio diverso e nuovo. Mi sono posta tante domande, una su tutte: come posso aiutare le persone a praticare Tai Chi senza venire in palestra?

Ecco allora che nasce Thien Mon Academy.

CLICCA PER ENTRARE IN THIEN MON ACADEMY

Con L’Academy il Tai Chi diventa accessibile a tutti coloro che non possono venire in palestra, che vogliono praticare in qualsiasi orario e posto e che in un futuro spero molto vicino desiderano integrare il loro percorso in palestra con un allenamento personale.

Ora si può praticare quando e dove si preferisce.

Il programma del corso rappresenta un percorso parallelo a quello ufficiale del Viet Tai Chi. È adatto a chiunque ed è pensato per accompagnare il praticante in ogni fase della pratica: dall’apprendimento dei movimenti delle forme, alla pratica quotidiana.

Tutti questi anni di esperienza nell’insegnamento mi hanno portato alla convinzione che non sia importante INSEGNARE forme nuove di Tai Chi se poi non si supporta la PRATICA costante.

Ripetere è praticare Tai chi.

Tai Chi non è imparare cose nuove ma allenare e praticare per perfezionare.

Questo corso è stato concepito su questa linea di pensiero. Sarà una guida passo passo con me, proprio come se fossimo in palestra.

Mi permetterà di rimanervi ogni giorno e praticare insieme a voi l’arte della felicità.

Aspettiamo di riprendere la pratica in presenza ma nel frattempo costruiamo un presente di benessere, di vicinanza, di condivisione del Tai Chi.

E ora che cosa succede?

prima di tutto un po’ di vacanza!

La nostra Scuola ha potuto riprendere gli allenamenti in giugno e luglio e questo ci ha permesso di portare alla sessione di esami tutti i candidati.

Un grande complimento a tutte per la buona volontà, per la costanza con cui si sono allenate anche rimanendo isolate. E per i bei voti che hanno meritato!

Riapriremo con due importanti appuntamenti:

La tradizionale lezione a classi riunite che sarà domenica 30 agosto. Ci vedremo al parco della Repubblica dalle 10.00 alle 11.30. Per ritrovarci, salutarci e fare progetti per il nuovo anno accademico.

Inoltre, domenica 6 settembre, alle 9.30 STAGE DI BASTONE VIETNAMITA col Maestro Claudio Beducci. Parco della Repubblica.

Un arrivederci a presto e un augurio di una buona estate

I nostri Maestri

I nostri Maestri ci mancano.

Ci siamo mai soffermati su quanto spesso li vedevamo? Tra lezioni, stage, domeniche mattina eravamo sempre in contatto con loro. Non era solo l’allenamento. Era ascoltare un loro pensiero, imparare un loro atteggiamento. Prendere esempio nella pratica e nella filosofia di vita.
Ora siamo molto più da soli ed è difficile. Ognuno affronta questa situazione come può e al di là delle questioni didattiche, quello che ci manca è l’energia della vicinanza.

Ma come succedeva che li vedessimo così spesso?

Andavamo noi da loro. Frequentavamo la palestra, gli stage, gli incontri domenicali. Li seguivamo nelle iniziative cercando di mediare tra impegni personali e passione per il VTC.
Quindi? Quindi sono sempre gli allievi che vanno dai Maestri e non viceversa. È nella natura dell’essere Maestro; e allievo. Che cosa dice sempre il Maestro Bao Lan? L’unica cosa che un Maestro non può fare per gli allievi è andarseli a prendere. Se vengono, avranno tutto ciò che un Maestro può dare loro.
Ricordiamo questo principio e restiamo vicini ai nostri Maestri. Chiediamo loro come stanno; facciamo qualche domanda tecnica. Nessun allievo è troppo lontano dal suo Maestro per non poter mandare un messaggio di affetto e ricordo.

I nostri Maestri hanno nostalgia di noi.

Praticare con Bai Di Xa #VTC A CASA

per praticare da casa

Oggi impariamo oppure ripassiamo una forma della nostra Scuola molto particolare. Ideata dal M. Phan Hoang per essere praticata dai Viaggiatori del Viet Tai Chi, è un quyen che si può fare in spazi ristretti, come una camera d’albergo. L’idea alla base è quella che sia sempre necessario mantenersi in allenamento, nel corpo e nella mente. Viaggiare è faticoso e impegnativo e dobbiamo coltivare la nostra energia.

Ora è più attuale che mai perché ci permette di fare VTC a casa e nello stesso tempo di viaggiare con la mente.

Ecco il Poema

  1. Scioglimento LA VIA DELLA TARTARUGA
  2. Accumula le positività LA SCIMMIA BENEVOLA
  3. Vincere se stessi LA POTENZA DEL DRAGO
  4. Girare la sfera LA STRATEGIA DELLA GRU
  5. Il corpo d’oro LA GIUSTIZIA DEL LIOCORNO
  6. Spingere da dentro IL SERPENTE SACRO
  7. Movimento dinamico LA TIGRE IN AZIONE
  8. Visione interiore LA LUNGIMIRANZA DELLA FENICE

ed ecco il video:

Bai Di Xa

Meditare con il Bat Nha #VTC A CASA

per praticare anche da casa

Questo è un periodo difficile; la situazione è complicata sotto tantissimi punti di vista ma oggi ci vogliamo occupare del nostro Spirito.

Incertezze, minacce alla salute, problemi di lavoro ci portano ad avere PAURA e questo è un sentimento che fa molto male al nostro equilibrio energetico e soprattutto ai meridiani collegati: Reni e Cuore.

ed allora quale STRUMENTO è più efficace per combattere la PAURA?

Noi lo possediamo e lo possiamo utilizzare ogniqualvolta ne sentiamo la necessità: IL SUTRA DEL CUORE – BAT NHA

Tanto è stato scritto su questo Sutra e al Thien Mon ne parliamo spesso, durante i nostri incontri per praticare il BAT NHA QUYEN, una magnifica forma di Viet Tai Chi che si esegue cantandolo.

Oggi vogliamo condividere con voi un video che vi aiuterà: ad ascoltarlo, prima di tutto ma anche a cantarlo e a meditare sul suo significato.

eccolo: BUONA MEDITAZIONE A TUTTI

Calendario 2020

Il Calendario del Thien Mon raccoglie tutti gli appuntamenti annuali del Centro e non solo! Sono presenti tutti gli appuntamenti federali; gli stage nazionali e internazionali; le sessioni d’esame e gli stage di approfondimento.

Il calendario è anche un’occasione per parlare di alcuni argomenti tecnici, filosofici, simbolici del VTC. Quest’anno parleremo degli Animali!

Veri o immaginari, piccoli e grandi, sono tutti presenti nelle nostre forme e ci insegnano strategie e tecnica.

GRU
SERPENTE
TIGRE
ORSO
DRAGO
FENICE
LIOCORNO
TARTARUGA
FARFALLA
GABBIANO
SCIMMIA

ELEFANTE
AQUILA
PAVONE
CAVALLO
GALLO
RONDINE
CIGNO
FALCO
CONDOR
LEOPARDO
MANTIDE
DAI BANG

prenotazioni: thienmon@thienmon.it

VTC e infografica

Non molti anni fa ho pubblicato su internet un’immagine con foto e alcuni testi che spiegavano che cosa è il Chi Kung e quali benefici è in grado di apportare.

Un amico che lavora nel settore del marketing mi ha fatto i complimenti per la mia “InfoGrafica”

“info cosa?” ho pensato.

E sono entrata in questo mondo nuovo ma anche molto antico dove si comunicano concetti tramite immagini e testi fusi insieme. L’InfoGrafica è diventata dunque, tanto presente nel mondo del marketing per i suoi indiscutibili pregi ma è sempre stata presente nel mondo della didattica, basti pensare ai vecchi libri delle scuole elementari.

Vediamo quali sono questi pregi; per il mondo dei social il pregio fondamentale è la velocità con cui è in grado di comunicare un concetto. Studi dedicati ci dicono che le persone in media rimangono su un’immagine meno di 55”. In questo breve tempo si deve cercare di comunicare proprio quello che si desidera in modo che resti impresso.

L’InfoGrafica è colorata e allegra, attrae e trattiene lo sguardo.

Genera traffico sui social e può diventare virale; conferisce credibilità e qualità a chi la produce.

Nel mondo della didattica, che ci compete di più, l’InfoGrafica presenta gli stessi vantaggi ma anche qualcosa di più. Infatti se consideriamo che essa nasce dall’incontro di arti grafiche, informatica e giornalismo, vediamo che i contenuti forniti da quest’ultimo possono invece arrivare da una qualsiasi disciplina, come ad esempio il Viet Tai Chi.

La nostra disciplina ha un’origine orientale e di orientale ha in gran parte il tipo di ragionamento che richiede; la logica con cui affronta e studia i fenomeni naturali; l’approccio a tutte le cose, siano esse pratiche o teoriche: l’ANALOGIA.

Ragionare in termini analogici è difficile e no non ci siamo abituati. In questo l’InfoGrafica può essere di aiuto perché mette in relazione concetti ed elementi difficilmente associabili in altro modo.

infografica e VTC

Non si tratta più, quindi, di poter rimanere su di un’immagine solo 55” ma anzi, di poterla guardare a lungo per cogliere le connessioni, per provare a fare collegamenti diversi; per memorizzare in modo differente da quello adoperato in precedenza.

Ecco dunque come si possono superare le tabelle che tanto fanno parte dello studio del VTC per vedere le stesse corrispondenze in una veste nuova, più chiara e piacevole. Invece che usare parole, usiamo le emoji; invece che usare i nomi anatomici, utilizziamo le figurette; aggiungiamo colori e frecce e avremo di fronte uno schema del funzionamento di cicli energetici difficilmente intuibili in altro modo. Più è semplice l’IG, più sembra lineare, più nasconde un lavoro scrupoloso, una grande chiarezza di idee, uno studio approfondito e interdisciplinare.

Il progetto di IG del Centro Thien Mon ha preso forma con la collana di schede del Macro & Micro Cosmo, all’inizio per illustrare concetti di energetica (meridiani energetici, cicli e Movimenti) e di filosofia (Bat Quai con i Cieli Anteriore e Posteriore) ma anche per chiarire nomenclatura e classificazione delle tecniche (18 Posizioni del VTC). In seguito il progetto si è allargato con le schede sui 24 Sigilli del VTC. Per il futuro sono previste schede su altri argomenti interessanti, filosofici, energetici, tecnici.

Cronache dal Pianeta Stage – 2

Ognuno dei 4 stage nazionali di VTC ha caratteristiche particolari: lo stage di Pesaro è dedicato ad esami, passaggi di grado e studio del programma tecnico ufficiale per uniformare le tecniche e chiarire i dubbi.

Siamo in tanti noi insegnanti e abbiamo la necessità di confrontarci e capire se quello che insegniamo è tecnicamente corretto e coerente.

Si tratta di un lavoro costante che non ha termine e si ripropone ogniqualvolta ci ritroviamo sotto la guida del nostro Direttore Tecnico Maestro Bao Lan.

Quindi, in pratica, dopo giorni di allenamento e ripasso, prima della cerimonia di chiusura ci troviamo a ripetere il programma soffermandoci su alcune forme. Quest’anno abbiamo chiesto ad alcuni Istruttori di ripetere, a nome di tutti, le forme davanti al gruppo per capire che cosa ci fosse da correggere o da chiarire e poi di rifarle mentre venivano ripresi dalla videocamera.

E qui si è vista la grande preparazione tecnica degli Istruttori del Viet Tai Chi Italia:

Continua la lettura di “Cronache dal Pianeta Stage – 2”

Cronache dal Pianeta Stage – 1

SAC BAT DI KHONG

Chi avesse necessità di comprendere i concetti di PIENO e VUOTO può senz’altro pensare ai vari momenti di uno stage come quello nazionale di Pesaro.

Il PIENO:

Pensieri per l’organizzazione e il viaggio; la dimostrazione; gli esami; la tesi, l’emozione, la paura, le aspettative.

Il VUOTO:

L’esame è fatto, la tesi è stata discussa; è passata la serata delle dimostrazioni; gli allievi sono riusciti a fare tutto brillantemente; i compagni che hanno condiviso con noi tratti di percorso ed emozioni sono contenti.

E adesso?

Passata l’emozione e l’impegno guardiamo con curiosità e un po’ di reverenza il VUOTO che sentiamo dentro: un vuoto bello, tranquillo che equilibra il pieno che c’era prima.

E adesso?

Rimarrà così? Vuoto? Già si fa strada in noi la voglia di ricominciare, di intraprendere nuovi progetti, di immaginare nuove sfide.

Un altro PIENO in attesa di un nuovo VUOTO, che ci spinge avanti in una continua alternanza e ci rinnova.