fbpx

Una finestra sul Viet Tai Chi: 30 anni di tesi. #14 L’elemento Acqua

Il 2022 rappresenta un anno importante per il VTC, infatti celebriamo il 30° della asd VTC Italia e quindi del VTC nel nostro Paese. Trent’anni sono tanti e pochi per una disciplina che affonda le sue origini nei secoli di cultura e storia vietnamita. Per chi, come me, era presente 30 anni fa, sono proprio tanti: anni di pratica, studio, condivisione che ci hanno accompagnato e hanno modellato le nostre esistenze. Tanti saranno anche i modi di festeggiare questo compleanno. Il Centro Thien Mon li festeggia ricordando il contributo dei tantissimi istruttori che si sono diplomati e hanno presentato il loro lavoro di tesi scegliendo me come Relatore. Sono quasi un centinaio e alcuni di loro hanno presentato tutte le loro tesi insieme a me: percorsi di 15-20 anni condivisi nella teoria e nella pratica. Le loro tesi rappresentano un contributo sempre nuovo, interessante, originale; studio di ricerca oppure di sperimentazione; scelte tecniche o filosofiche; argomenti di ogni genere che mettono al centro lo studio e l’amore per il VTC. Alcuni praticano ancora oggi; altri hanno interrotto la pratica; ma solo interrotto perchè ritornare è sempre possibile e accade continuamente. Il Thien mon inizia a pubblicare estratti da queste tesi come ringraziamento a tutti per esserci ed esserci stati. Il loro lavoro non va perso, I buoni frutti della loro ricerca appartengono al Thien Mon e a tutto il VTC Italia.

Elemento acqua – esperienze di VTCin acqua
[A. Carboni] 2013

L’acqua è nel ciclo degli elementi il grande Yin. Rappresenta la calma, la tranquillità, il riposo per eccellenza e in questa tranquillità risiede la forza degli uomini e dei loro organi. L’elemento acqua ospita l’energia di base, l’essenza vitale dell’uomo. Senza la forza equilibratrice dell’acqua, l’elemento legno, pieno di slancio, si agiterebbe a vuoto senza forza, l’elemento fuoco perderebbe la sua armonia e l’elemento terra la sua capacità di assumere il nutrimento e trasformarlo in energia; nell’elemento metallo l’acqua alleggerisce i polmoni e l’intestino crasso e consente loro di assolvere senza problemi la funzione di respirazione e di eliminazione dei rifiuti. L’elemento acqua rappresenta quindi il fondamento di tutti gli altri elementi e organi, e questi dipendono dalla sua condizione. Si potrebbe dire che l’acqua permea di sé tutti gli elementi. D’altra parte, come riportato nell’introduzione, il corpo umano è composto per circa il 65% di acqua, quindi questa caratteristica non è per nulla sorprendente. La salute dell’acqua è il fondamento per la salute degli altri elementi e questo significa che anche ogni disturbo dell’acqua si ripercuote in misura più o meno marcata nell’equilibrio degli altri elementi. La salute e la forza dell’acqua dipendono dalla forza della terra che rinnova quotidianamente l’energia dell’acqua per mezzo dell’energia postnatale proveniente dall’alimentazione. Un sostegno quotidiano simile l’acqua lo riceve anche dall’energia dei polmoni, che realizza il contatto continuo con il Ki universale e inesauribile e in tal modo esercita distensione sull’acqua. L’elemento fuoco influenza l’acqua attraverso la sua armonia, il legno invece rischia di danneggiare l’acqua a causa della sua continua iperattività, provocata dalle abitudini di vita della nostra società. La forza caratteristica dell’elemento acqua è la calma, la tranquillità piena di energia. Le persone che dispongono di un elemento acqua sano hanno una forte spinta vitale e una forte volontà; sono calmi, riflessivi, conseguenti e seri, non hanno paura, sono coraggiosi ma non temerari; mostrano una curiosità sempre fresca e sono interessati ad ogni novità. Anche quando sopravvengono su di loro mutamenti importanti, non ne rimangono troppo sconvolti, perché dispongono di una certezza quasi fisica delle loro risorse di energia. Uomo e donna mostrano una sessualità e una libido molto vive; il loro “Hara” (addome) inferiore è elastico e pieno di forza, reagisce tranquillamente allo stress. Sono strutturati in maniera stabile, ossa e denti sono robusti, hanno un buon udito, il portamento è eretto e rilassato e i capelli mostrano una buona lucentezza. Un elemento acqua in buona salute si manifesta nell’uomo sotto forma di una energia forte indirizzata verso il basso, che rafforza il contatto con il terreno ed è di grande importanza come fattore di equilibrio per l’energia del fegato che si muove invece verso l’alto. Tale energia rinforza la metà inferiore del corpo: basso ventre, bacino, gambe, ginocchia, caviglie, sono considerati indicatori della condizione dell’elemento acqua e dell’energia dei reni. Effetti acuti e violenti dello sbilanciamento dell’acqua possono connotarsi ad esempio come senso di sradicamento (sentirsi mancare il terreno sotto i piedi), come immobilità (bloccarsi dalla paura) o come movimento incontenibile dell’energia verso il basso (farsela sotto dalla paura)

Articolo creato 74

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto