fbpx

Una finestra sul Viet Tai Chi: 30 anni di tesi. #21 Dai Lao e il sentimento del tempo

Il 2022 rappresenta un anno importante per il VTC, infatti celebriamo il 30° della asd VTC Italia e quindi del VTC nel nostro Paese. Trent’anni sono tanti e pochi per una disciplina che affonda le sue origini nei secoli di cultura e storia vietnamita. Per chi, come me, era presente 30 anni fa, sono proprio tanti: anni di pratica, studio, condivisione che ci hanno accompagnato e hanno modellato le nostre esistenze. Tanti saranno anche i modi di festeggiare questo compleanno. Il Centro Thien Mon li festeggia ricordando il contributo dei tantissimi istruttori che si sono diplomati e hanno presentato il loro lavoro di tesi scegliendo me come Relatore. Sono quasi un centinaio e alcuni di loro hanno presentato tutte le loro tesi insieme a me: percorsi di 15-20 anni condivisi nella teoria e nella pratica. Le loro tesi rappresentano un contributo sempre nuovo, interessante, originale; studio di ricerca oppure di sperimentazione; scelte tecniche o filosofiche; argomenti di ogni genere che mettono al centro lo studio e l’amore per il VTC. Alcuni praticano ancora oggi; altri hanno interrotto la pratica; ma solo interrotto perchè ritornare è sempre possibile e accade continuamente. Il Thien mon inizia a pubblicare estratti da queste tesi come ringraziamento a tutti per esserci ed esserci stati. Il loro lavoro non va perso, I buoni frutti della loro ricerca appartengono al Thien Mon e a tutto il VTC Italia.

DAI LAO VA THOI GIAN
– G. Tassinato [2016]

Il Tempo è un dato di fatto, ci piaccia o no. Nel mondo contemporaneo, a Oriente come ad Occidente, constatiamo un’accelerazione non solo nei processi produttivi ma anche di quelli sociali e – grazie alle nuove tecnologie – ci sentiamo nell’onnipotenza del poter fare tutto da ogni luogo in ogni momento…

– MA –

adattando al Tempo la cosiddetta “Sindrome di Pareto” (economista italiano vissuto a cavallo del XX secolo) si scopre sovente che l’80% dei risultati viene generalmente ottenuto con l’utilizzo del 20% delle risorse, ed il restante 80% delle risorse viene impiegato per ottenere soltanto il 20% dei risultati…!!!

La sensazione di avere troppi impegni, di non riuscire a portare a termine quanto ci viene richiesto, di non avere abbastanza tempo da dedicare a noi o alla nostra famiglia, è il frutto della nostra percezione del tempo ritrovandoci spesso come “…quel Cavalier che, del colpo non accorto, andava combattendo ed era morto.” (Orlando Innamorato)

La percezione e la valorizzazione del Tempo – del Nostro Unico e Preziosissimo Tempo – potrebbe forse aumentare con la consapevolezza che tutto (api o galassie) è parte della spirale spazio – temporale dell’Universo e con essa nasciamo, moriamo, rinasciamo come elementi complessi o semplici (idrogeno, ossigeno, etc); nulla viene perso o dimenticato ma tutto egualmente gira nel frullatore del Grande Architetto dell’Universo…

In conclusione, se DAI LAO VÀ THÒI GIAN racchiude, nella forma e nella forza del suo Poema, un archetipo dell’energia universale – la Spirale Armonica – mi piace allora pensarlo come un’improbabile – ambiziosa – affascinante “Macchina del Tempo” capace di aumentare la coscienza temporale – il Sentimento del Tempo – alleviando il quotidiano nostro “male di vivere” con un altro – eterno – giro di giostra.

Articolo creato 74

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto