fbpx

Una finestra sul Viet Tai Chi: 30 anni di tesi. #4 Le mani fonti di energia

Il 2022 rappresenta un anno importante per il VTC, infatti celebriamo il 30° della asd VTC Italia e quindi del VTC nel nostro Paese. Trent’anni sono tanti e pochi per una disciplina che affonda le sue origini nei secoli di cultura e storia vietnamita. Per chi, come me, era presente 30 anni fa, sono proprio tanti: anni di pratica, studio, condivisione che ci hanno accompagnato e hanno modellato le nostre esistenze. Tanti saranno anche i modi di festeggiare questo compleanno. Il Centro Thien Mon li festeggia ricordando il contributo dei tantissimi istruttori che si sono diplomati e hanno presentato il loro lavoro di tesi scegliendo me come Relatore. Sono quasi un centinaio e alcuni di loro hanno presentato tutte le loro tesi insieme a me: percorsi di 15-20 anni condivisi nella teoria e nella pratica. Le loro tesi rappresentano un contributo sempre nuovo, interessante, originale; studio di ricerca oppure di sperimentazione; scelte tecniche o filosofiche; argomenti di ogni genere che mettono al centro lo studio e l’amore per il VTC. Alcuni praticano ancora oggi; altri hanno interrotto la pratica; ma solo interrotto perchè ritornare è sempre possibile e accade continuamente. Il Thien Mon inizia a pubblicare estratti da queste tesi come ringraziamento a tutti per esserci ed esserci stati. Il loro lavoro non va perso, I buoni frutti della loro ricerca appartengono al Thien Mon e a tutto il VTC Italia.

Le mani, fonti di energia e mezzo di comunicazione del mondo interiore ed esteriore
– C. Velo [2010]

Ora che mi accingo a concludere il quarto anno, posso dire che il Viet Tai Chi ha cambiato la mia vita.

Mi ha offerto nuovi orizzonti; fa parte integrante della mia vita; mi ha aiutato ad affrontare i momenti difficili, ha ridato al mio corpo quell’elasticità da qualche tempo perduta ma soprattutto ho imparato ad avere più cura di me stessa.

Quando entro in sala il mondo esterno, gli impegni e le preoccupazioni rimangono fuori della porta, il telefono e l’orologio non ci sono più, ci sono solo IO.

Ho scoperto l’energia che scorre nel corpo, ho scoperto che ogni parte del corpo contribuisce al benessere globale, ho scoperto che le mani non servono solo per mangiare o lavarsi il viso ma, stimolate nei punti giusti, possono donare benessere.

Il Viet Tai Chi è un’arte marziale. Le mani vengono utilizzate per l’attacco ( pugni, colpi di taglio); la difesa ( parate). Avviene così una stimolazione dei meridiani sulle mani ma, anche per pressione, sugli altri meridiani. Accanto alla parte marziale del Viet Tai Chi c’è anche una parte meditativa in cui le mani prendono delle pose, denominate Sigilli, che vengono effettuati molto lentamente e portano così l’individuo all’introspezione e alla serenità interiore.

L’ utilizzo del Viet Tai Chi, lo scorrere dell’energia nei meridiani porta ad un benessere globale, fisico e mentale e inevitabilmente il corpo diventa sano e si mantiene giovane a lungo mentre la mente e il cervello, continuamente stimolati e irrorati, conservano e mantengono la loro attività a pieno ritmo. E’ molto interessante vedere come le mani possano influire considerevolmente nell’apportare energia alla persona.


Articolo creato 56

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto