fbpx

VTC e infografica

Non molti anni fa ho pubblicato su internet un’immagine con foto e alcuni testi che spiegavano che cosa è il Chi Kung e quali benefici è in grado di apportare.

Un amico che lavora nel settore del marketing mi ha fatto i complimenti per la mia “InfoGrafica”

“info cosa?” ho pensato.

E sono entrata in questo mondo nuovo ma anche molto antico dove si comunicano concetti tramite immagini e testi fusi insieme. L’InfoGrafica è diventata dunque, tanto presente nel mondo del marketing per i suoi indiscutibili pregi ma è sempre stata presente nel mondo della didattica, basti pensare ai vecchi libri delle scuole elementari.

Vediamo quali sono questi pregi; per il mondo dei social il pregio fondamentale è la velocità con cui è in grado di comunicare un concetto. Studi dedicati ci dicono che le persone in media rimangono su un’immagine meno di 55”. In questo breve tempo si deve cercare di comunicare proprio quello che si desidera in modo che resti impresso.

L’InfoGrafica è colorata e allegra, attrae e trattiene lo sguardo.

Genera traffico sui social e può diventare virale; conferisce credibilità e qualità a chi la produce.

Nel mondo della didattica, che ci compete di più, l’InfoGrafica presenta gli stessi vantaggi ma anche qualcosa di più. Infatti se consideriamo che essa nasce dall’incontro di arti grafiche, informatica e giornalismo, vediamo che i contenuti forniti da quest’ultimo possono invece arrivare da una qualsiasi disciplina, come ad esempio il Viet Tai Chi.

La nostra disciplina ha un’origine orientale e di orientale ha in gran parte il tipo di ragionamento che richiede; la logica con cui affronta e studia i fenomeni naturali; l’approccio a tutte le cose, siano esse pratiche o teoriche: l’ANALOGIA.

Ragionare in termini analogici è difficile e no non ci siamo abituati. In questo l’InfoGrafica può essere di aiuto perché mette in relazione concetti ed elementi difficilmente associabili in altro modo.

infografica e VTC

Non si tratta più, quindi, di poter rimanere su di un’immagine solo 55” ma anzi, di poterla guardare a lungo per cogliere le connessioni, per provare a fare collegamenti diversi; per memorizzare in modo differente da quello adoperato in precedenza.

Ecco dunque come si possono superare le tabelle che tanto fanno parte dello studio del VTC per vedere le stesse corrispondenze in una veste nuova, più chiara e piacevole. Invece che usare parole, usiamo le emoji; invece che usare i nomi anatomici, utilizziamo le figurette; aggiungiamo colori e frecce e avremo di fronte uno schema del funzionamento di cicli energetici difficilmente intuibili in altro modo. Più è semplice l’IG, più sembra lineare, più nasconde un lavoro scrupoloso, una grande chiarezza di idee, uno studio approfondito e interdisciplinare.

Il progetto di IG del Centro Thien Mon ha preso forma con la collana di schede del Macro & Micro Cosmo, all’inizio per illustrare concetti di energetica (meridiani energetici, cicli e Movimenti) e di filosofia (Bat Quai con i Cieli Anteriore e Posteriore) ma anche per chiarire nomenclatura e classificazione delle tecniche (18 Posizioni del VTC). In seguito il progetto si è allargato con le schede sui 24 Sigilli del VTC. Per il futuro sono previste schede su altri argomenti interessanti, filosofici, energetici, tecnici.

Articolo creato 23

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto